Aggiornato il confronto della Performance economica US sotto Obama e Bush43

Questa nota è un aggiornamento di una serie di precedenti articoli su pensieri di valuta che hanno confrontato le prestazioni economiche di US sotto varie intendenze presidenziale, compreso il presente articolo precedente da gennaio 2012. È sembra abbastanza chiaro che elettori americani l’anno prossimo saranno presentati con una scelta netta su politiche economiche interne. Ora che 6-1/2 di entrambi Obama anni e otto anni di Bush 43 in ufficio comprendono un grande corpo di lavoro, è sembrato opportuno per dare un’altra occhiata alle cinque misure chiave di benessere economico da loro rispettivi mandati.

I risultati sono presentati nella tabella sottostante. Le cinque tendenze esaminate sono crescita reale del PIL, l’inflazione dei prezzi al consumo totale, la crescita dell’occupazione Nonfarm elaborazione paghe, il Dow Jones Industrial Average e il dollaro contro l’euro. Ogni statistica è espresso come una percentuale annualizzata cambiare durante le loro presidenze. Il PIL in termini reali, i due periodi sono alla pari, ma le altre quattro misure, presidenza di Obama ha eseguito meglio di come l’economia fatto sotto Bush e, cosa ancora più importante, con un margine maggiore che si trovano nello studio precedente linkato sopra.

  • Per cento all’anno Obama Bush 43
  • PIL reale 1,8% 1,8%
  • Lavori 0,9% 0,1%
  • L’inflazione 1,8% 2,4%
  • Dow Jones (DJIA) 13,5% -3,5%
  • Dollaro contro Euro 6,5% -4,1%

Commento su dati degli Stati Uniti di oggi Releases

Un aumento di 0,3% mese su mese in prezzi al consumo totale mese scorso seguita un 0,4% aumentato nel mese di maggio, ed energia era ancora un driver chiave, registrando aumenti del 4,3% a maggio e quindi all’1,7% nel mese di giugno. Il tasso di 12 mesi di cambiamento era un guadagno di solo 0,1% il mese scorso e ha variato stretto fra -0,2% e + 0,1% nel primola metà del 2015. L’inflazione core era 1,8% nel mese di giugno, stampa a quel livello per la terza volta in quattro mesi. Visto da una prospettiva temporale più ampia, l’inflazione core è stato tra 1.6 e 1.8% dal mese di agosto dello scorso anno e in una gamma di 1.6-2.0% da agosto 2012. Gli Stati Uniti non ha deflazione, né è uno stato di contraenti prezzi una probabilità. La Federal Reserve esamina una vasta gamma di misure di prezzo, e il CPI non è un fattore determinante altamente ponderata in tale valutazione. Detto questo, quest’ultima relazione non contenga alcuna informazione che ostacolerebbe previsti piani di alzare i tassi di interesse entro l’anno.

docpage-recoverystats1

Altri dati non confutare aspettativa della Fed di più forte crescita nel secondo della prima metà del 2015. Housing starts saltato 9,8% nel mese di giugno, e permessi di costruzione salirono di 7,4%. Ogni livello ha superato le aspettative e impostata contro giugno 2014, inizia e permessi avevano ampliato da un robusto 26,6% e 30,0%. La Reuters/U. Michigan preliminare lettura di fiducia dei consumatori degli Stati Uniti nel mese di luglio fu influenzato dalle aspettative di un’imminente partenza greca dall’euro. La lettura 93,3 è 2,8 punti più bassi di quello di giugno e 1,5 punti sotto la media di lettura nel primo semestre del 2015. Questo indicatore ha stato rimbalzare intorno ultimamente, cadono dal 98,1 nel mese di gennaio a 93,0 nel mese di marzo, recupero fino a 95,9 ma poi riscendere a 90,7 in maggio e rimbalzano a 96,1 nel mese di giugno. Dati economici di oggi lasciano un rialzo dei tassi fed nel mese di settembre più probabili che non.